Nuove Uscite: I 10 libri di successo di Settembre

I 10 libri di Successo in uscita a Settembre

Nuove Uscite Settembre. Riportiamo di  seguito riportiamo i libri usciti o in uscita a Settembre. Per tutti i gusti e generi.

1) Quinto comandamento di Valerio Massimo Manfredi (Mondadori – 348 Pagine)

Valerio Massimo Manfredi, ispirandosi liberamente a una storia vera, scrive Quinto comandamentoromanzo epico su guerrieri e mercenari, tra cui Kazianoff, un medico russo alcolizzato ex Spetsnaz, Louis, un prete vallone rinnegato per amore, Rugenge, il leopardo nero, giovane cacciatore congolese dalla mira micidiale, e poi Jean Lautrec imbattibile con il mitra, tutti agli ordini di padre Marco, Templare di fine millennio… In libreria dal 4 settembre 2018.

2) L’ultimo giro della notte di Michael Connelly  (Piemme – 372 Pagine)

Michael Connelly ordisce una nuova storia, intrecciando più casi e soprattutto presentandoci un nuovo personaggio – destinato a incontrarsi presto anche con Harry Bosch -, una detective tosta, solitaria e dalla corazza durissima, Renée Ballard. È lei la protagonista de L’ultimo giro della notte. Ex reporter di nera, è entrata in polizia stufa di scrivere di crimini, e impaziente di risolverne qualcuno, e in poco tempo è diventata detective alla Omicidi. Uscita: 11 settembre 2018.

3) Dodici rose a Settembre di Maurizio de Giovanni (Sellerio Editore Palermo)

Mina Settembre, il nuovo personaggio di Maurizio de Giovanni, è già apparsa in due raccolte di racconti della Sellerio. Simpatica assistente sociale a Napoli, città in cui quelli della sua categoria sono visti come il fumo negli occhi e sono sempre troppo pochi, in uno strano mese di settembre è alle prese con una penosa situazione di degrado sociale, mentre l’ex marito magistrato porta avanti con riservatezza un’indagine sull’Assassino delle Rose, un pazzo che ammazza gente senza un criterio dopo avergli fatto trovare in casa o sul posto di lavoro una rosa. Quello che Claudio non sa è che anche Mina riceve ogni giorno una rosa. In libreria dal 13 settembre 2018.

4) Giuro che non avrò più fame di Aldo Cazzullo (Mondadori – 200 Pagine)

Il primo film che le nostre nonne e le nostre madri andarono a vedere dopo la guerra fu Via col vento. Molte si identificarono in una scena: Rossella torna nella sua fattoria, la trova distrutta, e siccome non mangia da giorni strappa una piantina, ne rosicchia le radici, la leva al cielo e grida: “Giuro che non soffrirò mai più la fame!”. Quel giuramento collettivo fu ripetuto da milioni di italiane e di italiani. Fu così che settant’anni fa venne ricostruito un Paese distrutto. Come scrive Aldo Cazzullo in Giuro che non avrò più fame, “avevamo 16 milioni di mine inesplose nei campi. Oggi abbiamo in tasca 65 milioni di telefonini, più di uno a testa, record mondiale. Solo un italiano su 50 possedeva un’automobile. Oggi sono 37 milioni, oltre uno su due. Eppure eravamo più felici di adesso”. Ora l’Italia è di nuovo un Paese da ricostruire. La lunga crisi ha fatto i danni di una guerra. Per questo dovremmo ritrovare l’energia e la fiducia in noi stessi di cui siamo stati capaci allora. Cazzullo racconta l’anno-chiave della Ricostruzione, il 1948. Che sia di esempio per la ricostruzionei di oggi. Uscita: 18 settembre 2018.

5) Il taglio di Dio di Jeffery Deaver (Rizzoli – 532 Pagine)

A venti anni dall’uscita de Il collezionista di ossaJeffery Deaver torna in libreria con un nuovo caso per Lincoln Rhyme e Amelia Sachs, Il taglio di Dio.  Diamond District, Manhattan. Jatin Patel, maestro tagliatore di diamanti, giace esanime sul pavimento del suo laboratorio. Pochi metri più in là, una giovane coppia di fidanzati. Hanno caviglie e polsi legati, la gola tagliata. La scena che la squadra di Lincoln Rhyme si trova di fronte, un sabato mattina qualunque nelle stanze della Patel Designs, ha tutti i numeri della classica rapina finita male. Ma per Amelia Sachs qualcosa non torna. I diamanti lavorati non sono stati portati via, e l’assassino si è accanito sulle vittime con una brutalità che suggerisce un movente diverso. Uscita: 4 settembre 2018.

6) Il sorriso di Jackrabbit di Joe R. Lansdale (Einaudi – 256 Pagine)

Una nuova indagine per Hap e Leonard, la coppia di detective ideata da Joe R. Lansdale più strampalata del noir americano. Ne Il sorriso di Jackrabbit i due si trovano a cercare una ragazza che ha fatto perdere ogni traccia di sé in un luogo dove tutti sono nemici di tutti. Andranno a mettere il naso nella più assurda setta dell’East Texas. In libreria dal 4 settembre 2018.

7) Gli ultimi passi del sindacone di Andrea Vitali (Garzanti – 260 Pagine)

Con Gli ultimi passi del Sindacone torna sulla scena la Bellano del dopoguerra, di cui Andrea Vitali mette in luce la voglia di riscatto, il frettoloso antifascismo esibito senza vergogna, gli appetiti della carne simbolo della voglia di vita che sta rianimando l’intero Paese, ma senza tralasciare quei piccoli segreti che rendono più sapido il tran tran quotidiano. Protagonista Attilio Fumagalli, uomo pingue, anzi di più: soffre di obesità androide, nel senso che il grasso ce l’ha tutto attorno all’addome. Cinquant’anni, sposato con Ubalda Lamerti, senza figli, esercita in proprio la professione di ragioniere. Per vincere quel senso di vuoto che a volte lo aggredisce, più che per uno slancio ideale, si è dato alla politica nelle file della Democrazia Cristiana e sfruttando il giro della propria clientela è riuscito a farsi eleggere sindaco di Bellano. Uscita: 6 settembre 2018.

8) M. Il figlio del secolo di Antonio Scurati (Bompiani – 840 Pagine)

Benito Mussolini, ex leader socialista cacciato dal partito, agitatore politico indefesso e direttore di un piccolo giornale di opposizione, è un personaggio da romanzo. Sarebbe un personaggio da romanzo, se non fosse l’uomo che più d’ogni altro ha marchiato a sangue la realtà, il corpo dell’Italia, nella storia e nella cronaca, nella tragedia e nella farsa. E infatti la saggistica ha finora dissezionato ogni aspetto della vita di Mussolini. Antonio Scurati, invece, in M. il figlio del secolo, tratta la parabola politica, umana, esistenziale di Mussolini e del fascismo come se si trattasse di un romanzo. Un romanzo in cui d’inventato non c’è assolutamente nulla. Un’opera che ci conduce a rivivere passo per passo il ventennio che ha cambiato per sempre la nostra storia. In libreria dal 12 settembre 2018.

9) Stars. Noi stelle cadenti di Anna Todd (Sperling – 324 Pagine)

Dopo il successo mondiale di After, Anna Todd torna a raccontarci una nuova storia d’amore, Stars. Noi stelle cadenti. Stavolta però i protagonisti sono cresciuti, come lo è la stessa autrice. Karina e Kael. Due anime in cerca di un’orbita. Un incontro destinato a incendiare il cielo. Karina ha vent’anni, ma ha già imparato sulla propria pelle quanto la vita possa essere complicata e le relazioni fragili. Per questo, dopo il divorzio dei genitori e anni di traslochi da una città all’altra per via del lavoro del padre, ora è in cerca di certezze e stabilità. Per ricominciare ha scelto un lavoro tranquillo e un piccolo appartamento, bisognoso di qualche riparazione, come il suo cuore, che da tempo si è decisa a non ascoltare. Un giorno, però, incontra Kael, che l’attira a sé con i suoi modi gentili e rassicuranti. Kael è riservato, paziente e un ottimo ascoltatore. Ma Kael non è quello che sembra… Uscita: 11 settembre 2018.

10) Peccato mortale di Carlo Lucarelli (Einaudi – 247 Pagine)

Carlo Lucarelli torna con il suo commissario De Luca. C’è una macchia nel suo passato, qualcosa che lo ha reso ricattabile e lo ha costretto, da lì in poi, a rincorrere sé stesso. È il suo peccato mortale.  Quello tra il 25 luglio e l’8 settembre del 1943 è un periodo strano, allucinato. L’Italia si sveglia una mattina senza piú il fascismo e praticamente la mattina dopo con i tedeschi in casa. Proprio nel caos di quei giorni De Luca, in forza alla polizia criminale di Bologna, si trova a indagare su un corpo senza testa. Semplice, perché in fondo si tratta di un omicidio, un lavoro da cane da caccia: chilometri a vuoto, piste da seguire e qualche cazzotto da mettere in conto se ficchi il naso dove non dovresti. Complicato, perché la vicenda assume presto risvolti politici che, date le circostanze, diventano molto pericolosi. In libreria dal 4 settembre 2018.

(Fonte: Panorama.it)

 

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.